Come installare un sistema operativo Linux in un notebook

Spesso, dopo l’acquisto di un notebook, si susseguono lamentele riguardo la velocità del sistema operativo dello stesso. I note comuni hanno come sistema predefinito Windows (nella maggior parte dei casi Windows 7): non vorrei criticare la Microsoft ma questa tipologia di sistema operativo occupa sicuramente maggior spazio all’interno dell’hard disk rispetto ad un Sistema Operativo Open Source.

Questa considerazione deriva da una mia esperienza personale: infatti, ho recuperato un notebook (Dell INSPIRON mini) che prevedeva di default l’utilizzo di Windows 7. La mia idea è stata dunque quella di installare una distribuzione Linux, Kubuntu, spesso presente nei computer meno recenti.


 

Nell’articolo spiegherò come si deve procedere per installare Kubuntu su una qualunque tipologia di Note, con vantaggi immediati riguardo l’affidabilità e la sicurezza ma soprattutto l’aumento delle prestazione del pc.

PASSO 1 Innanzitutto, scaricare la distribuzione linux adeguata, in questo caso Kubuntu da questo link http://www.ubuntu-it.org/derivate/xubuntu: cliccando su download, scaricheremo l’immagine ISO della distribuzione.

PASSO 2 Successivamente bisogna munirsi di una pennetta USB per masterizzare l’immagine all’interno della stessa: per far ciò bisogna inizialmente formattare il dispositivo USB come FAT 32 e in seguito, con l’ausilio del software UNetbootin
( link https://unetbootin.github.io/) si può facilmente masterizzare la iso all’interno della pennetta.

Schermata del 2015-09-02 10:27:33

PASSO 3  Un’ulteriore fase prevede l’accesso al bios del notebook: di solito il tasto che per l’accesso è F12. Una volta entrati, basterà cliccare su “USB Storage” e si avvierà il programma di installazione di Kubuntu.

PASSO 4 Terminati i passaggi iniziali, nella quale viene scelto il linguaggio e definito il profilo, si arriverà alla fase fondamentale dell’installazione ovvero quella delle partizioni: per fare ciò bisognerà avere il notebook collegato all’energia elettrica, ad internet ed almeno 5.9 GB di spazio libero sull’ hard disk.

PASSO 5 Si può scegliere tra le modalità di partizionamento guidate o manuali: sceglieremo quest’ultima opzione, che ci permetterà di scegliere tra due possibili scenari:

Eliminare completamente le partizioni relative a Windows: scelta consigliato in un notebook nell’ottica del miglioramento delle   prestazioni, preceduta, ovviamente, da un backup dei dati generale.

Creare una nuova partizione Kubuntu da affiancare a Win 7

PASSO 6 – In entrambi i casi bisognerà creare tre “mini” partizioni per installare kubuntu nel pc, cliccando nello spazio libero e in seguito in “Nuova Partizione”:

Area di swap: in megabyte 1024 ; senza punto di mouse
– Ext 3 journaling file system: 6144 megabyte; punto di mouse “\”
Ext 3 journalin file system : 5120 megabyte ; punto di mouse “\home”

PASSO 7 Completando le restanti fasi, si arriva al completamento dell’installazione: il tutto comporterà un SICURO aumento delle prestazione del notebook e della sua velocità.

Il tutto effettuato con immediatezza ed estrema facilià, comprensibile anche da chi si avvicina da poco ad un computer. 😀

A presto!

logo_dbe957a7b6f1d78766f0036e74553806

 

 

NB: è sempre utile creare successivamente tramite il sistema operativo, una ulteriore partizione “Dati” per una migliore sicurezza dei file nel pc.

Commento (1)

  • Informaticanelreale.it - Sito Partner - Informarsi.net| 12 Maggio 2016

    […] Come installare un sistema operativo Linux in un notebook […]

  • Lascia una risposta

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *